• Spazi pubblicitari
  • Spazi pubblicitari
 
Brindisi
Carovigno
Cisternino
Fasano
Oria
Ostuni
San Vito dei Normanni


EMAIL Stampa

Eventi - Terradifederico

Evento 

Titolo:
NATALE INSIEME
Quando:
12.12.2010 - 09.01.2011 
Dove:
Parrocchia San Francesco di Paola - Oria
Categoria:
Mostra dei presepi

Descrizione

Dal 12 dicembre 2010 al 9 gennaio 2011 - Domenica 12 dicembre alle ore 19.30 ci sarà la presentazione del "Presepe" iscritto al concorso regionale organizzato dall'Associazione "Città dei Presepi". Programma della manifestazione "NATALE INSIEME".

 

Saluto del Parroco
Il Presepe è ritornato con le luci intermittenti, i festoni coloratissimi, i doni appesi sui rami dell’abete Natalizio. Anche nelle chiese sono ritornati i presepi con luci, fuochi che sembrano veri, con i pastori che si riscaldano nelle capanne e i magi che arrivano da lontano e si inchinano
davanti al piccolo Gesù che giace in una mangiatoia. I bambini guardano incantati. Un poeta anonimo ha racchiuso in tre semplici righe la sua visione del Natale: "In una chiesa bellissima un povero presepe di paglia” ... Questo è Natale...
Auguro a tutti che il presepe ci aiuti a riscoprire il vero Natale, un buon Natale a tutti.

Il Parroco
Don Tommaso Prisciano


Parrocchia San Francesco di Paola
in San Barsanofio
Via Luigi Cadorna, 10 - 72024 ORIA (BR)
TeI. 0831 845349
e - mail : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Facebook : Sanfrancescodipaola Oria Prisciano

Presentazione Presepe 2010-2011
La passione per la bellezza del presepe viene presentata in tutto il suo splendore grazie ad un’iniziativa promossa dalla Parrocchia di San Francesco di Paola in San Barsanofio allestendo il presepe in una sorta di grotta realizzata in carta rocciosa. Domenica 12 Dicembre 2010 (alle ore 19.30) presso la Parrocchia, in via Luigi Cadorna, a Oria, ci sarà l’apertura e la presentazione del PRESEPE, opera tra le più imponenti realizzate negli ultimi anni. La realizzazione è stata fortemente voluta da un giovane Oritano Barsanofio Erario, da sempre promotore della tradizione e delle bellezze del Presepe. La scenografia segue i dettami della più antica tradizione del presepe. Le figure, dei pastori, si affollano progressivamente in prossimità della grotta, trasformano il paesaggio, lo ampliano, inglobando tutto ciò che di più raro, prezioso e bizzarro sia stato generato dalla fantasia dei pastorai settecenteschi, qui testimoniato con costante minuzia.
Si ammira uno scenario montuoso, in lontananza si intravede Bethlemme, mentre davanti si osservano molti particolari, i mestieri, la cascata, il laghetto, i pastori, la grotta. Una
ricostruzione e una riproduzione, dunque, di tutto il passato e il futuro dell'arte presepiale, un microcosmo fatto di animali, piante, tessuti, frutta ed accessori.
È da un paio d'anni che Don Tommaso Prisciano permette di realizzare il presepe parrocchiale, e quest'anno per la prima volta nella Nuova Chiesa. Quest'anno il Presepe intitolato "La Natività da Bethelmme ad Oria" partecipa al concorso cittadino organizzato da: VISITORIA, intitolato: "Ritorno al presepe”. E per la seconda volta al concorso regionale organizzato dall'associazione “Città dei presepi" dove l'anno scorso ha conquistato il 5° posto su 20 partecipanti nella categoria.

Sede

Parrocchia San Francesco di Paola
Sede:
Parrocchia San Francesco di Paola
Via:
Via Luigi Cadorna, 10
Cap:
72024
Città:
Oria
Provincia:
Brindisi
Paese:
Paese: it

Descrizione

Oria (Uriae in Latino, אוריה in Ebraico, أوريا in Arabo) è un comune italiano di 15.350 abitanti[1] della provincia di Brindisi, in Puglia. Situata in territorio collinare nel Salento settentrionale al confine con la Murgia, nel 1951 le è stato conferito il titolo di città[2] grazie alla sua storia plurimillenaria che la rese importante centro urbano già in età messapica. Nota per la sua importante comunità ebraica medievale, la città è sede vescovile fin dai tempi apostolici.

Oria è collocata sulle più elevate alture di un cordone collinare di antiche dune fossili[3] nel nord Salento, che le conferiscono una posizione dominante sulla circostante pianura salentina; L'altezza massima con 166 metri s.l.m., è raggiunta dal Colle del Vaglio, sulla cui sommità è costruito il castello. Non lontana dal percorso dell'antica via Appia tra Brindisi e Taranto, Oria dista 35 km da Taranto, 32 km da Brindisi e 45 km da Lecce.

Il territorio di Oria, rispetto a quello dei comuni limitrofi, è da sempre interessato da fenomeni sorgentizi e di ruscellamento superficiale. Sono presenti alcuni corsi d'acqua per lo più a carattere stagionale, i principali dei quali sono il "canale Pezza dell'abate" ed il Canale Reale, entrambi sgorgano infatti da alcune risorgive localizzate ai margini delle suddette colline; dirigendosi prevalentemente verso sud, infiltrandosi nel terreno e continuando il loro percorso in maniera sotterranea nelle aree carsiche, la più importante delle quali, situata nei pressi del santuario di San Cosimo alla Macchia, in contrada Case Grandi, è localmente nota come La Vora; non si esclude, quindi, che il loro percorso sotterraneo possa captarne le acque addirittura in direzione delle coste del mare Ionio, distante pochi chilometri. Nella parte settentrionale del territorio oritano scorre per un breve tratto il ben più noto Canale Reale che nasce a Villa Castelli e sfocia nel mare Adriatico nei pressi della Riserva naturale statale Torre Guaceto. Nell'agro circostante la città di Oria, è da sempre numerosa la presenza di pozzi d'acqua dolce; specie nella pianura settentrionale, dove le acque piovane attraversano gli strati superficiali del terreno, nella pianura a sud della città, l’assenza di strati argillosi e l’affioramento in superficie di terreni calcarei, permeabili, porta le acque ad una profondità maggiore





module facilitated byBincom ICT Solutions

Decalab srl